Chi Siamo

ÉGLISE nasce dall’idea di tre fotografi che hanno deciso di mettere insieme le diverse abilità e i propri obiettivi, avvalendosi della collaborazione di professionisti e operatori del settore con cui realizzare le molteplici attività.
Suoi fondatori sono Iole Carollo, Alberto Gandolfo e Peppe Tornetta.

 

 

© Efrem Raimondi

IOLE CAROLLO

Nasce nel 1977. Dopo studi linguistici si laurea in Conservazione dei Beni Culturali e specializza in Archeologia Micenea a Lecce. Si avvicina alla fotografia seguendo corsi presso un istituto di settore della sua città e frequentando workshop con autori quali Valerio Bispuri.
Dopo esperienze nell’ambito della fotografia di moda e pubblicitaria, si specializza in fotografia di reperti archeologici e di opere d’arte. In questo settore collabora alla realizzazione di campagne di comunicazione per enti pubblici e privati; realizza fotografie per i cataloghi di mostre di artisti contemporanei nazionali ed internazionali. Contemporaneamente lavora alla ricerca sul paesaggio e sulle connessioni tra quest’ultimo e l’essere umano.
Sue fotografie sono state pubblicate su riviste e quotidiani, tra i quali: Il Venerdì de La Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Giornale dell’Arte, Artribune, Archeostorie, Archeologia Viva, Interni Magazine, Live Sicilia.

 

 

 

© Efrem Raimondi

ALBERTO GANDOLFO

Palermo, 1983. Da sempre appassionato di fotografia, nel 2010 inizia un percorso di formazione presso un istituto di settore della sua città. Apprende le tecniche di stampa del bianco e nero seguendo un workshop con Antonio Manta, approfondisce generi e approcci diversi, in un percorso specifico con autori quali Valerio Bispuri ed Efrem Raimondi. Ispirato da quest’ultimo e dalla produzione dei grandi maestri, tra cui ricorda Richard Avedon e Paolo Roversi, si specializza nel ritratto.
Negli ultimi anni ha realizzato numerosi progetti, ritraendo personaggi ed esponenti della cultura nazionale ed internazionale.
Le sue opere sono state esposte in diverse sedi, tra cui si ricordano: la GAM – Galleria d’Arte Moderna di Palermo, Fondazione Teatro Massimo di Palermo, Les Rencontres d’Arles – Voies off in occasione del prestigioso festival internazionale di fotografia.
Il suo progetto “Quello che resta. Le eredità nascoste” vince il Primo Premio delle Letture Portfolio di Fotografia Europea Edizione 2018.

 

 

 

© Leonardo Pilara

PEPPE TORNETTA

Palermo, 1974. Si appassiona presto alla fotografia e al cinema, iniziando a sperimentare la pellicola e maturando un interesse specifico per la sensorialità e la contaminazione dei linguaggi.
Dagli anni ‘2000 prosegue il suo percorso formativo frequentando corsi e partecipando a workshop di autori quali Valerio Bispuri. Concentra la propria ricerca sull’identità e la città di Palermo e inizia ad esporre le sue produzioni, partecipando a mostre collettive e personali in diverse sedi, tra cui si ricordano: Palazzo Fatta di Palermo e la GAM- Galleria d’Arte Moderna, Rencontres de la Photographie – Voies Off il prestigioso festival di fotografia ad Arles. Contemporaneamente lavora alla produzione di numerosi video, fra i quali si ricordano: il corto/documentario “Stupor Mundi – L’origine” per l’artista Filippo di Sambuy; il videoclip musicale “Thinking Bach” per il violoncellista Adriano Fazio; “Pensieri Così” due videoclip tributo a Vincenzo Cerami con la direzione artistica di Antonio Di Vaio.

Input your search keywords and press Enter.