Francesco Faraci

ATLANTE UMANO SICILIANO di FRANCESCO FARACI 

Tre parole che insieme formano una frase, ma se messe in proprio ognuna di esse ha una sua identità precisa. Sicilia porta d’Europa, per qualcuno inizio di una nuova vita, punto d’approdo dalla vicina africa. Per altri, invece autoctoni è sguardo sul mondo, odora di radici. Terra infima e meravigliosa dove nulla è mai come appare. Per contingenza, greca illusione.
Un viaggio nell’umanità di questa terra nuda da cui si fugge, ma si decide di restare per fermare l’energia e la poesia, per raccontare queste storie. La vita, la morte, i sogni e le sconfitte.
Siciliano, significa, oggi, mettersi in cammino, scavare a fondo nella terra sapendo che il mare, unico e definitivo confine, ha nella linea dell’orizzonte e nelle direzioni dei venti il suo unico limite.

Input your search keywords and press Enter.